Chirurgia Orale, in cosa consiste e quando serve?

In realtà il termine “Chirurgia orale” è un molto ampio e si riferisce a qualsiasi intervento chirurgico eseguito su denti, gengive, mascella o strutture orali e facciali circostanti. La chirurgia dentale comprende una vasta gamma di procedure, tra cui l’estrazione del dente, il trapianto di osso dentale, il trapianto gengivale e la chirurgia correttiva della mascella. La chirurgia dentale, quindi, consente di intervenire nell’ambito di problematiche odontoiatriche complesse che richiedono interventi professionali specializzati.

Ecco quali sono i 6 interventi più comuni

1. Chirurgia parodontale

Questa consiste nel curare i tessuti di sostegno del dente fortemente compromessi dalla parodontite o piorrea, attraverso interventi resettivi e rigenerativi di osso e gengiva.

Viene eseguita, applicando bio-materiali o membrane per la ricostruzione dei tessuti.

2. Chirurgia ortodontica

Consiste nella scopertura dei denti inclusi con successiva estrusione mediante apparecchio ortodontico

3. Chirurgia endodontica per gli elementi inclusi

Consiste nell’apicectomia ovvero asportazione dell’apice della radice dentale interessata da un’infezione e quindi da un granuloma.

Di conseguenza si esegue l’otturazione (otturazione retrograda).

4. Chirurgia estrattiva

Questo tipo di Chirurgia, comporta l’estrazione di radici o denti inclusi totalmente o parzialmente nell’osso e nella gengiva (denti non erotti in arcata).

5. Chirurgia muco-gengivale

La chirurgia muco-gengivale è indirizzata al trattamento delle patologie gengivali.

6. Chirurgia pre-implantologica

In questo caso, si esegue la correzione di anomalie ossee e gengivali allo scopo di predisporre il cavo orale all’inserimento ottimale degli impianti.

Come raggiungerci

Telefono

Orario

Lun – Gio: 9:00 – 19:00
Ven: 9:00 – 17:00